Watch Dogs: Legion

Ambientato nella Londra post-Brexit e curiosamente non prevede la presenza di un vero e proprio protagonista
Watch Dogs: Legion
PC, PlayStation 4, Xbox One Sito ufficiale »

Caratteristiche

Watch Dogs: Legion
  • Non c'è un autentico successore di Aidan Pearce e Marcus Holloway, dal momento che sarà possibile assumere il controllo di qualsiasi personaggio presente all’interno della mappa di gioco
  • Nel gioco la metropoli londinese è ormai sull’orlo del collasso, i droni sono diventati sempre più preponderanti nella gestione dell’ordine pubblico e una nuova compagnia di sicurezza privata, chiamata Albion, ha ottenuto sempre più influenza e potere. Intanto la Blume – la corporazione già comparsa nei precedenti episodi – sembra continuare a tessere silenziosamente le fila dietro le quinte
  • L’assenza di un vero e proprio protagonista incide molto sullo svolgimento della partita e la gestione dei ritmi di gioco. Ciascun soggetto di cui si possono vestire i panni dispone di attributi variabili che incidono sullo stile da adottare
  • Tre differenti classi di agenti Dedsec. Tutti gli individui possono godere di abilità di combattimento e infiltrazione di base, sebbene gli attributi fisici incidano sull’efficacia di determinate manovre. La prima opzione disponibile è l’Enforcer, focalizzato principalmente sull’uso delle armi e degli esplosivi. In alternativa si può propendere per l’Infiltrator, che dà il meglio durante le fasi di ingresso furtivo eludendo gli sguardi indiscreti delle guardie e dei droni nemici. La terza e ultima ipotesi è l’Hacker, capace di agire nell’ombra mediante l’impiego astuto delle apparecchiature elettroniche
  • L’altra particolarità di Watch Dogs Legion è che i personaggi subiscono la morte permanente qualora rimangano uccisi durante uno scontro a fuoco
  • La modalità single-player include cinque storie principali per un totale di oltre sessanta missioni, ma è previsto anche il ritorno del multiplayer