Assassin's Creed IV Black Flag

Ubisoft parla del più vasto mondo mai visto in un Assassin's Creed.
Assassin's Creed IV Black Flag
PC, PlayStation 3, PlayStation 4, Wii U, XBox 360, Xbox One Sito ufficiale »

Valutazione

VOTO DEGLI UTENTI

Pro & Contro

  • Mondo vasto, vivo e interessante
  • Sensazioni di libertà e scoperta infinite
  • Sezioni navali (centrali) varie, divertenti e coinvolgenti
  • Si può dare la caccia a Moby Dick
  • Cattura in pieno l'essenza della pirateria
  • Consente di vivere la 'nostra' avventura nei Caraibi
  • Alleggerisce il groviglio narrativo della saga
  • Incongruenze narrative
  • Trama principale già vista
  • Giocabilità 'da Assassino' troppo simile ai vecchi capitoli
  • Nessun problema storico della saga risolto
  • Sezioni a terra trascurabili
  • IA insufficiente

Caratteristiche

Assassin's Creed IV Black Flag
  • Lo scenario piratesco richiede un free roaming simile a quello del primo capitolo di Assassin's Creed
  • Corre l'anno 1715. I Caraibi sono sotto il controllo dei pirati che hanno fondato una vera e propria repubblica, priva però di qualsiasi legge. Assassin's Creed IV Black Flag introduce il giovane Edward Kenway. Pirata, capitano e Assassino, Edward ha intrapreso una lotta per conquistare la gloria che gli ha fatto guadagnare il rispetto di vere leggende dei mari come il pirata Barbanera, ma lo ha anche trascinato nell'antico conflitto tra Assassini e Templari: una guerra che potrebbe distruggere tutto ciò che i pirati hanno ottenuto
  • 50 ambientazioni uniche che vanno da Kingston a Nassau
  • Il giocatore è chiamato a seguire un percorso di apprendimento al fine di diventare un vero pirata. Nelle battute avanzate del gioco, anzi, si ritroverà a interpretare il più temibile pirata dei Caraibi e dovrà farsi largo tra nomi leggendari
  • L'oceano riveste un ruolo fondamentale: è possibile rubare delle imbarcazioni e utilizzarle per solcare i mari; nuotare ed esplorare una dimensione a parte, proprio quella dei mari, con flora e fauna uniche, oltre che ritrovare vecchi relitti di navi arenati sul fondo
  • Più libertà negli assassinii: si può decidere come procedere e attaccare in maniera creativa, un po' come accadeva nel primo capitolo di Assassin's Creed
  • Le città principali sono Kingston e L'Avana, ma ci sono decine di piccoli insediamenti e strutture portuali da esplorare in cui ricevere nuove missioni da svolgere. Fuori dalle città si trovano degli elementi dello scenario tipici dell'epoca, come le piantagioni di zucchero o la fitta giungla che insedia le antiche rovine Maya
  • Il protagonista, Edward Kenway, è in qualche modo legato ai fatti di Assassin's Creed III, visto che è il padre di Haytham. È un personaggio atipico visto che Ubisoft lo descrive come egoista, arrogante e carismatico. Ma, come tutti gli altri protagonisti di Ac, è terribilmente bravo nel parkour
  • Edward possiede una nave, conosciuta come Jackdaw, che può essere aggiornata, riparata e personalizzata, e potrà gestire un equipaggio
  • Nelle battute avanzate si disporrà inoltre di una vera e propria flotta: inizialmente composta da piccole golette, ma con il procedere del gioco si potranno acquistare e usare anche i potenti galeoni spagnoli. Durante la navigazione, si potrà usare un cannocchiale per spiare le altre imbarcazioni che solcano i mari: una volta individuato il tipo di imbarcazione, quindi sostanzialmente se si tratta di una nave militare o pacifica, si potrà decidere se attaccarla o meno
  • Netto miglioramento per i combattimenti navali rispetto a quanto visto in Ac III, visto che meteo e fisica giocano un ruolo più importante e ci sono diversi tipi di navi sui mari. L'abbordaggio non è più regolato da sequenze statiche come in Ac III, ma il giocatore può decidere liberamente come strutturare gli assalti, ad esempio è possibile avvicinarsi verso la parte posteriore della nave bersaglio senza essere visti, salire a bordo e tagliare la gola al capitano
  • Quanto alla parte moderna della storia, non è più Desmond Miles il protagonista, mentre la nuova storia riguarda la minaccia emersa durante le battute conclusive di Ac III
  • Torna la parte multiplayer, con alcune delle modalità di gioco già viste in Ac III e nei precedenti capitoli