Lightning Returns Final Fantasy XIII

Nuova storia e nuovo mondo per il franchise Final Fantasy XIII.
Lightning Returns Final Fantasy XIII
PlayStation 3, XBox 360 Sito ufficiale »

Valutazione

VOTO DEGLI UTENTI

Pro & Contro

  • Completa una storia interessante
  • Straordinaria potenza visiva e creatività delle immagini
  • Più spazio all'esplorazione
  • Originale struttura a tempo
  • Il nuovo sistema di combattimento ha dei punti di forza...
  • ...ma perde in varietà e profondità tattica
  • Tecnicamente arretrato
  • Narrazione meno efficace rispetto ai due predecessori
  • Troppo distante dalla tradizione della serie

Caratteristiche

Lightning Returns Final Fantasy XIII
  • Capitolo finale della saga con Lightning
  • L'iconica protagonista si ritrova in un intenso finale che vede il tempo scandito da un orologio che conta 13 giorni fino al giorno del giudizio e la fine del mondo
  • Il countdown è sempre visibile agli occhi del giocatore, attraverso un contatore visualizzato in un angolo della schermata di gioco
  • Con l'approssimarsi dell'apocalisse, il giocatore, nei panni di Lightning, deve prendere delle decisioni fondamentali ed esplorare ampie mappe di gioco contestualizzate nella nuova location Navus Partus
  • Lightning Returns Final Fantasy XIII è ambientato diverse centinaia di anni dopo la fine di Final Fantasy XIII-2, Lightning si risveglia su un agglomerato di isole conosciute come Novus Partus, che galleggiano nel Mare del Caos. Le isole servono da ultimo rifugio per l'umanità, mentre il nuovo Cocoon si aggira per il cielo sovrastante. Con 13 giorni che rimangono alla fine del mondo, Lightning deve ancora lottare per salvarlo
  • Lightning risulta personalizzabile sia nell'estetica che nello stile di combattimento
  • Square Enix vuole un gioco più immediato e reattivo rispetto ai precedenti, e per questo il combattimento è una sorta di ibrido rispetto a quanto visto nei precedenti Final Fantasy XIII, con elementi in tempo reale che si combinano con mosse a tempo che prosciugano il tempo che rimane all'apocalisse