Todd Howard riceverà un riconoscimento alla carriera durante la GDC 2016

Todd Howard riceverà un riconoscimento alla carriera durante la GDC 2016

di Davide Spotti, pubblicata il

“In occasione della GDC 2016 il leader di Bethesda riceverà il Lifetime Achievement Award.”

In occasione della sedicesima edizione dei Game Developers Conference Choice Awards, che si terrà come di consueto nel mese di marzo, Todd Howard di Bethesda riceverà il Lifetime Achievement Award per il contributo offerto nella crescita dell’industria videoludica e per aver preso parte alla creazione di alcuni titoli fondamentali nell'ambito del genere open world.

Durante la sua carriera Howard ha ricoperto, sempre nelle fila di Bethesda, il ruolo di direttore creativo, designer e produttore esecutivo. L'esperienza di lungo corso gli ha consentito di lavorare su svariati prodotti di punta della compagnia, primi tra tutti i franchise di Fallout e di The Elder Scrolls, dei quali ha seguito le evoluzioni fin dalle fondamenta.

Nome immagine

Tra gli altri traguardi raggiunti da Howard si annovera anche la creazione di The Terminator: Future Shock, primo shooter 3D ad essere apparso su PC nel 1995. Al contempo il leader di Bethesda è stato tra i promotori del modding già a partire da The Elder Scrolls: Morrowind nel 2002. Howard può anche vantare un record piuttosto difficile da eguagliare, è infatti uno dei pochi sviluppatori ad aver creato consecutivamente tre titoli premiati come gioco dell’anno (The Elder Scrolls: Oblivion, Fallout 3 e The Elder Scrolls: Skyrim). Tra i progetti che guidato c’è anche Fallout Shelter, prodotto mobile che ha accompagnato la pubblicazione di Fallout 4 lo scorso anno. Peraltro il gioco ha ricevuto anche una nomination per i Choice Awards come miglior titolo mobile/portatile.

“Le serie di The Elder Scrolls e Fallout donano ai giocatori mondi veri e propri, ricchi di paesaggi e misteri dietro ogni angolo. Quando vieni completamente catturato da questi luoghi dettagliati è facile dimenticare la quantità di lavoro e creatività che viene riposta ad ogni singolo centimetro. Questo riconoscimento rispecchia la fantastica capacità di Todd Howard e del suo team di realizzare mondi reali come nient’altro al mondo”, ha commentato Meggan Scavio, general manager degli eventi GDC.

In passato molti altri volti noti dell’industria sono stati insigniti di questo riconoscimento, su tutti ricordiamo Warren Spector, Ken Kutaragi, Hironobu Sakaguchi, Peter Molyneux, Ray Muzyka e Greg Zeshuk. La commissione della kermesse è composta dai veterani dell’industria Raph Koster (sviluppatore indipendente), Julien Merceron (Bandai Namco), Caryl Shaw (Telltale), Bob Rafei (Big Red Button) e John Vechey (Pluto VR). La presentazione dell’evento spetterà invece a Robin Hunicke (Journey, Boom Blox, MySims). L’evento si svolgerà il 16 marzo presso il Moscone Convention Center di San Francisco, e sarà anche trasmesso in diretta tramite la piattaforma di streaming Twitch.


Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: iorfader pubblicato il 08 Febbraio 2016, 17:24
mi manca quell'achievement...eppure gioco da 30 anni
Commento # 2 di: Thalon pubblicato il 08 Febbraio 2016, 17:30
Errata corrige: Howard avrà seguito le evoluzioni di elders scrolls sin dalle sue origini, ma non possiamo dire lo stesso di fallout: anche se le nuove leve di videogiocatori potranno pensare che è sempre stato "robba loro" in realtà il marchio se lo sono comprato anni fa, han prodotto i giochi dal 3 in poi, ma i primi due erano prodotti da Interplay e sviluppati dai defunti black isle (poi entrati quasi tutto in obsidian entertainment).
Howard al massimo è il responsabile del recupero del marchio e della trasformazione di una colonna portante dell'RPG moderno in quell'ibrido action-RPG (molto action, poco RPG) che è diventato il paradigma moderno del genere RPG mainstream, diamo quindi a Cesare quel che è di Cesare.