Sony: PS3 Slim venduta in perdita se si considera solo l'hardware

Sony: PS3 Slim venduta in perdita se si considera solo l'hardware (PS3)

di Rosario Grasso, pubblicata il

“Lo ha detto il direttore di Sony Computer Entertainment, Kazuo Hirai, in un'intervista rilasciata al Times.”

Se si considerano solo i costi di produzione dell'hardware e il prezzo di commercializzazione della console, PlayStation 3 Slim sarà venduta in perdita. Ovviamente, gli introiti di Sony dipendono anche da altri fattori come la vendita del software e degli accessori. È quanto ha amesso Kazuo Hirai, direttore di Sony Computer Entertainment, in un'intervista rilasciata al Times.

"Se si considera solo l'hardware, è vero che PS3 Slim sarà venduta in perdita. Questa mia affermazione farà felici i giornalisti, ma bisogna considerare la natura del mercato e che è così sia per PlayStation 3 che per XBox 360 che per Wii. La cosa migliore per giudicare un business in questo settore è guardare l'intero giro di affari, che dipende dall'hardware, dal software e dagli accessori. Riteniamo che il nostro business sia positivo considerando l'utile lordo dello scorso anno fiscale".

"Abbiamo deciso di introdurre PS3 Slim in questo periodo perché ormai ci avviciniamo al terzo anniversario del lancio in Nord America e Giappone e perché pensiamo che sia il momento giusto per sfruttare i benefici del rinnovato sistema di produzione", aggiunge Hirai. "Vogliamo che i costi di produzione più bassi siano un vantaggio anche per gli utenti e per questo abbiamo ridotto il prezzo al pubblico. Aggiungeremo a tutto questo un line-up di titoli di primo livello".

"Se si guarda alla crescita della base installata, questa procede più lentamente rispetto a quanto era successo con PS2, ma siamo in linea invece con la prima PlayStation. Consideriamo positivo o negativo un business su un lasso di tempo di 10 anni, ovvero l'intero ciclo vitale del prodotto. Dopo tre anni è ancora presto per dare un giudizio".

Hirai si esprime anche sul supporto ai media fisici come UMD, rimosso dalla nuova PSP Go. "In alcuni territori non è ancora possibile assegnare il commercio dei contenuti a internet. Sarebbe bello poter affidare tutto alla rete e far morire definitivamente il mercato dei media fisici, ma è ancora presto perché ciò accada. Manterremo sicuramente il supporto a PSP 3000 e al business UMD."


Commenti (54)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Nenco pubblicato il 26 Agosto 2009, 08:57
Sarebbe bello poter affidare tutto alla rete e far morire definitivamente il mercato dei media fisici

Per loro sicuramente!
Commento # 2 di: Saeval pubblicato il 26 Agosto 2009, 09:09
Beh considerando che le connessione giapponesi arrivano a 1 MegaBYTE / secondo non mi stupisce leggere qualcosa del genere
Commento # 3 di: MariusWolf pubblicato il 26 Agosto 2009, 09:16
Se si guarda alla crescita della base installata, questa procede più lentamente rispetto a quanto era successo con PS2, ma siamo in linea invece con la prima PlayStation. Consideriamo positivo o negativo un business su un lasso di tempo di 10 anni, ovvero l'intero ciclo vitale del prodotto. Dopo tre anni è ancora presto per dare un giudizio".


Ma non avranno mica intenzione di mantenerla per 10 anni come modello di punta.....cmq in un lasso di tempo così lungo è normale che prima o poi i profiti arrivano anche sull'hardware...mah!
Commento # 4 di: Eraser|85 pubblicato il 26 Agosto 2009, 09:19
Originariamente inviato da: Saeval
Beh considerando che le connessione giapponesi arrivano a 10 MegaBYTE / secondo non mi stupisce leggere qualcosa del genere


FTFY

Ma non avranno mica intenzione di mantenerla per 10 anni come modello di punta.....cmq in un lasso di tempo così lungo è normale che prima o poi i profiti arrivano anche sull'hardware...mah!


Vendere un hardware per 5 anni in perdita / forte perdita e poi venderlo per 1-2 anni in leggero guadagno.. non si può certo dire che è si è arrivati alla parità fra costi / introiti o peggio ancora dire che addirittura si sta "guadagnando" !!
Commento # 5 di: freedzer pubblicato il 26 Agosto 2009, 09:22
Guarda che 1MB/s è una 8 megabit....non è poi tutta sta gran cosa
Commento # 6 di: Defragg pubblicato il 26 Agosto 2009, 09:22
Io sinceramente di tutte queste storie della vendita in perdita, ecc...poco ci credo, nessuno ti regala niente, e questi (come tutti gli altri) vogliono guadagnare su tutto.
Quindi l'idea del "vendere in perdita" mi pare un po', eccentrica.
Poi boh!
Commento # 7 di: Eraser|85 pubblicato il 26 Agosto 2009, 09:28
Originariamente inviato da: Defragg
Io sinceramente di tutte queste storie della vendita in perdita, ecc...poco ci credo, nessuno ti regala niente, e questi (come tutti gli altri) vogliono guadagnare su tutto.
Quindi l'idea del "vendere in perdita" mi pare un po', eccentrica.
Poi boh!


vendere in perdita invece si fa spesso.. lo fai per rendere più concorrenziale un prodotto che altrimenti non troverebbe spazio in un mercato così competitivo.. vedilo come un investimento per mantenere un largo bacino d'utenza in attesa di un prodotto molto superiore all'attuale che copra anche "i buchi" finanziari del precedente..
Commento # 8 di: Wolf01 pubblicato il 26 Agosto 2009, 09:30
Sinceramente più continuano a dire che vendono in perdita l'hardware meno mi fanno pena...
Commento # 9 di: Eraser|85 pubblicato il 26 Agosto 2009, 09:32
Originariamente inviato da: Wolf01
Sinceramente più continuano a dire che vendono in perdita l'hardware meno mi fanno pena...


ahaha infatti.. meglio leggere questo piuttosto che quelle st**za*e tipo "la gente vorrà lavorare di più per potersi permettere la nostra fantasmagorica e mirabolante PLEISTESCION 3!!"
Commento # 10 di: Defragg pubblicato il 26 Agosto 2009, 09:33
Originariamente inviato da: Eraser|85
vendere in perdita invece si fa spesso.. lo fai per rendere più concorrenziale un prodotto che altrimenti non troverebbe spazio in un mercato così competitivo.. vedilo come un investimento per mantenere un largo bacino d'utenza in attesa di un prodotto molto superiore all'attuale che copra anche "i buchi" finanziari del precedente..


Capisco, non sono un esperto di economia, ma l'idea che mi ero fatto io era quella, solo che non capisco una cosa.
Se il prodotto si rivela al di sotto delle aspettative (ossia compro la console, mi delude e non compro più giochi) le perdite per le vendite dell'hardware come le ammortizzo?
Non dico che preferirei pagare di più (per carità! ) ma, alle aziende non converrebbe vendere la console allo stesso prezzo a cui costa a loro? Oppure non si può pensare in principio di proporre un prodotto dai basti costi produttivi (Wii)?
Ovvio che la qualità prestazionale e le funzioni avanzate costano di più, ma cercare di ridurre fin da subito i costi delle varie componenti non dovrebbe essere meglio?
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »