Real Racing 3 sfrutterà la potenza e le capacità grafiche di iPhone 5

Real Racing 3 sfrutterà la potenza e le capacità grafiche di iPhone 5 (iOS)

di Rosario Grasso, pubblicata il

“Durante l'evento di San Francisco in cui è stato presentato iPhone 5, Electronic Arts ha mostrato una live demo di Real Racing 3, che è uno dei primi giochi ottimizzati per il nuovo smartphone.”

Durante l'evento di presentazione di iPhone 5 uno dei momenti che hanno attirato maggiormente le curiosità del pubblico presente è stato quello della presentazione di Real Racing 3, il nuovo simulatore di guida di Firemonkeys. Il gioco è ottimizzato per le nuove caratteristiche hardware di iPhone 5, e questo si traduce principalmente nella presenza di effetti grafici avanzati che normalmente si hanno solo su console e PC.

Real Racing 3 sfrutta il nuovo display retina da quattro pollici, oltre che la rinnovata potenza di elaborazione del dispositivo e le sue capacità grafiche. EA parla di grafica con qualità da console, oltre che di effetti visivi avanzati come riflessioni dinamiche e di un nuovo specchietto retrovisore che dà al giocatore un'idea concreta di ciò che stanno facendo i suoi rivali.

Real Racing 3 sfrutta anche la funzionalità time shifted multiplayer, una nuova caratteristica del GameCenter. Si tratta di una nuova modalità asincrona che consente al giocatore di interagire con la prestazione realizzata da un altro giocatore in precedenza. Quest'ultima prestazione viene caricata nel cloud e poi riscaricata all'occorrenza, consentendo alle vetture di collidere e di interagire fra di loro dinamicamente.

"La tecnologia di Apple continua a evolvere l'esperienza di gioco mobile, e da parte nostra crediamo che giochi come Real Racing 3 siano le soluzioni ideali che consentono alle persone di toccare con mano questi miglioramenti", dice Rob Murray, Executive Producer di Firemonkeys. "Con Real Racing 3 stiamo consegnando un'esperienza di gioco mobile che rivaleggia con molti giochi per console".

iPhone 5, secondo quanto annunciato ieri da Apple, usa il nuovo processore A6, che secondo gli analisti integra il processore ARM Cortex-A15. Sebbene i rivali di Apple, come Samsung, Texas Instruments e Nvidia, stiano preparando delle soluzioni basate sulla nuova architettura, iPhone 5 sarà il primo prodotto sul mercato con ARM Cortex-A15.

ARM ha in precedenza fatto sapere che Cortex-A15 consente un miglioramento del 40% nelle prestazioni anche se si mantiene lo stesso numero di core e la stessa frequenza di funzionamento per questi ultimi. "Ci aspettiamo che nelle varie configurazioni con cui sarà assemblato il processore Cortex-A15 MPCore si possa ottenere un miglioramento massimo delle prestazioni fino a cinque volte rispetto alle soluzioni attuali", si legge in un comunicato ufficiale di ARM.

Secondo i dati divulgati da Apple, A6 sarà in grado di garantire una capacità di elaborazione superiore di due volte rispetto alla CPU precedente. In iPhone 5 presenterà una configurazione dual core e lavorerà a 1 Ghz. A6 è realizzato con un processo di costruzione affinato rispetto alle soluzioni precedenti, che garantisce una migliore resa e un minore consumo. Fino all'effettiva disponibilità sul mercato di iPhone 5, invece, non si conosceranno i dettagli sulla GPU del dispositivo, visto che Apple è rimasta silente su questo nella sua presentazione.

Per tutti gli altri dettagli rivelati su iPhone 5 vi rimandiamo al nostro articolo dedicato.


Commenti (23)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Portocala pubblicato il 13 Settembre 2012, 12:49
Come le sparano ... FINO A 5 VOLTE ... potrebbe, in condizioni ideali e con software ideali.

I termini usati per descrivere l'iphone 5 mi fanno pensare che non sia poi tutta sta "putenza".
Commento # 2 di: Pegamugh pubblicato il 13 Settembre 2012, 12:53
che tristezza vedere che l'avanzamento tecnologico di uno smartphone si misura nella capacità di far girare dei videogiochi..
Commento # 3 di: appleroof pubblicato il 13 Settembre 2012, 12:57
Originariamente inviato da: Pegamugh
che tristezza vedere che l'avanzamento tecnologico di uno smartphone si misura nella capacità di far girare dei videogiochi..


vabbè quello è solo un aspetto, tra l'altro rilevante per queste aziende visto che il mercato del gaming mobile è enorme ed è solo agli inizi, giustissimo puntarvi, dal loro punto di vista al di là che alla singola persona possa apparire irrilevante (e del fatto che a me per ora del gaming su smartphone, levato qualche scacciapensieri ogni tanto, non me ne importa nulla)...
Commento # 4 di: jocker1993 pubblicato il 13 Settembre 2012, 12:59
Beh, oramai TUTTO (o quasi tutto) lo sviluppo tecnologico, pc o smartphone, si basa sulla capacità di far girare videogiochi.
Stesso vale dell'uso di internet sugli smartphone, usati dai più solo per Facebook, Twitter.
Commento # 5 di: Leron pubblicato il 13 Settembre 2012, 13:01
Originariamente inviato da: Portocala
Come le sparano ... FINO A 5 VOLTE ... potrebbe, in condizioni ideali e con software ideali.

I termini usati per descrivere l'iphone 5 mi fanno pensare che non sia poi tutta sta "putenza".


Oddio proprio in questi termini purtroppo ad apple c'e' poco da recriminare: la mancata ottimizzazione di android da questo punto di vista obbliga a usare hardware nettamente piu' potente solo per eguagliare le prestazioni che un iphone raggiunge con un hardware sulla carta decisamente piu' scarso... Se c'e' una cosa che non si puo' dare contro ad apple e' proprio sulle prestazioni: hardware giusto e software ottimizzato per quello che deve fare (iphone 3g a parte).

Poi ovvio, se uno si fa le seghe mentali con le specifiche e' un discorso diverso, ma per quanto mi riguarda potrebbe avere anche due criceti siamesi sotto il cofano, basta che faccia quello che dice fare e lo faccia bene. E per ora, visti i paragoni, lo fa egregiamente
Commento # 6 di: II ARROWS pubblicato il 13 Settembre 2012, 13:17
A parte che questo dimostra quanto sono vecchie le console moderne, e in futuro quanto sono inadeguate le batterie per i cellulari... E la fisica di quel gioco è imbarazzante (non il loro scopo), così come lo saranno i controlli.

Urti in un "gameplay asincrono"? E chi ha giocato prima come fa? Come corregge l'attacco dall'altro giocatore?
"This is something we've never seen done before", e ci sarà un motivo?


Comunque la risoluzione è inferiore alle console attuali.
Commento # 7 di: JackZR pubblicato il 13 Settembre 2012, 13:40
Tanta pubblicità e nulla di concreto, possono dire quello che gli pare ma rimane inferiore ad altri terminali.
Commento # 8 di: Alien1900 pubblicato il 13 Settembre 2012, 14:08
Originariamente inviato da: JackZR
Tanta pubblicità e nulla di concreto, possono dire quello che gli pare ma rimane inferiore ad altri terminali.


E' sempre bello vedere delle affermazioni chiaramente argomentate e piene di spunti interessanti

Almeno specifica inferiore in che senso e a quale terminale. Così com'è messa sembra solo un affermazione di un fanboy
Commento # 9 di: Maneroz pubblicato il 13 Settembre 2012, 16:16
Penso sia inconfutabile che per i "cellulari" sia sempre piu' prossimo il raggiungimento delle prestazioni di una console.
Ragionando in termini di tempo, quello che gli smartphone stanno compiendo e' un salto tecnologico impressionante, ovviamente legato al tremendo appeal che esercitano sull'umano popolo, che poi si traduce in dati di vendita pazzeschi.
A fine del 2006 usciva la Ps3, qualche mese dopo il primo iPhone.
Oggi ci ritroviamo ancora la stessa generazione di console, ma la sesta declinazione di questo smartphone, che perdipiu' introduce una nuova microarchitettura.
Senza troppi problemi pieghera' il mercato videoludico assieme ai sui compari Android e WinPhone, non so in quanto tempo, ma molto meno di quanto ci potremmo aspettare
Commento # 10 di: korra88 pubblicato il 13 Settembre 2012, 16:41
accidenti! la cosa che mi ha stupito più di tutti è la canzone di "en?gma" in sottofondo

http://youtu.be/wjQuK83789k
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »