Nintendo prevede di vendere 5,5 milioni di Wii U, ma taglia le stime sui profitti

Nintendo prevede di vendere 5,5 milioni di Wii U, ma taglia le stime sui profitti (Wii U, 3DS)

di Rosario Grasso, pubblicata il

“Nintendo registra una leggera perdita per i primi sei mesi dell'anno fiscale in corso per via di vendite di 3DS più deboli rispetto alle previsioni.”

Il colosso nipponico si aspetta di vendere 5,5 milioni di unità della nuova console entro la fine dell'anno fiscale in corso, ovvero entro il 31 marzo 2013. Nello stesso periodo di tempo, prevede di vendere anche 5 milioni di unità di Wii.

Nintendo Wii U

Tuttavia, registra una leggera perdita operativa per i primi sei mesi dell'anno fiscale, addebitata alle vendite inferiori rispetto alle previsioni dell'handheld 3DS. Come conseguenza delle scarse vendite di quest'ultimo, inoltre, ha tagliato le stime sui profitti per l'intero anno fiscale, riducendole da 20 miliardi di yen (193 milioni di euro) a 6 miliardi di yen (58 milioni di euro).

Nonostante sia riuscita a vendere 5,06 milioni di console portatili nei primi sei mesi dell'anno fiscale, Nintendo non ha raggiunto i traguardi di mercato che si era prefissata. Nel corrispondente periodo dello scorso anno fiscale vendeva 3,07 milioni di 3DS. Fino a oggi ha complessivamente venduto 22,2 milioni di unità dell'handheld, e prevede di venderne 17,5 milioni nell'anno fiscale in corso.

Le ottime vendite di New Super Mario Bros. 2, Super Mario 3D Land e Mario Kart 7 hanno aiutato Nintendo a raggiungere il traguardo dei 64,45 milioni di pezzi di software venduti per 3DS. Ha venduto anche 4,26 milioni di copie di Pokémon Nero 2 e Bianco 2.

Quanto alla precedente generazione, nei sei mesi in esame sono stati venduti 0,98 milioni di unità di DS. Mario Party 9 per Wii ha venduto un milione di copie, mentre le vendite di Wii sono scese fino a 1,32 milioni per via dell'ormai imminente lancio di Wii U.

Per il periodo fiscale che ha avuto termine il 30 settembre 2012, Nintendo ha presentato un fatturato di 201 miliardi di yen (1,9 miliardi di euro), in ribasso di 6,8 punti percentuali rispetto al risultato del precedente anno fiscale. Ci sono perdite operative per 28 miliardi di yen (270 milioni di euro), mentre l'anno scorso le perdite ammontavano a 70,3 miliardi di yen (679 milioni di euro).


Commenti