Diablo III: i problemi del lancio

Diablo III: i problemi del lancio (PC, Mac)

di Rosario Grasso, pubblicata il

“A mezzanotte è finalmente arrivato il momento atteso da oltre 12 anni dai fan di dungeon crawler vecchia maniera. Però l'enorme mole di giocatori che ha tentato di collegarsi ha mandato in tilt i server.”

"Stiamo risolvendo i problemi legati a login e creazione del personaggio dovuti al traffico. Abbiamo aggiunto nuovi server e messo i nostri website offline", si legge nel tweet pubblicato da Blizzard sul profilo Twitter ufficiale di Diablo. Evidentemente quello che succede spesso con i giochi che richiedono l'attivazione online si è ripetuto con il lancio di Diablo III, che ha palesato diversi problemi che hanno indotto Blizzard ad aggiungere nuovi server per smaltire le procedure di autenticazione e creazione del personaggio.

Diablo III

Diversi giocatori europei hanno trovato difficoltà ad accedere in Diablo III nelle prime ore del mattino, quando il gioco è stato attivato definitivamente. Le stesse problematiche si stanno ripetendo adesso per i server americani, visto che negli Usa Diablo III diventa disponibile proprio in queste ore.

"Per favore considerate che a causa dell'alto volume di traffico, il login e la creazione del personaggio potrebbero essere più lenti del normale", si legge in un comunicato ufficiale Blizzard. "Se non potete fare il login e creare il vostro personaggio per favore attendete e riprovate. Abbiamo momentaneamente spento i nostri server di Battle.net e lanciato un maggior numero di server per smaltire il traffico. Speriamo di risolvere questi problemi nel minor tempo possibile e apprezziamo la vostra pazienza".

Tutto ciò alimenterà le polemiche sulla necessità di autenticare il gioco online e sul requisito della connessione a internet permanente, voluto con forza da Blizzard per Diablo III. Il fatto che nessuno abbia potuto giocare prima della mezzanotte di oggi, inoltre, ha reso impossibile per i redattori di videogiochi lavorare sulle recensioni, con il risultato che attualmente non c'è ancora nessuna recensione di Diablo III online.

Ci sembra di poter dire, però, che le cose vanno verso la normalità, e che la gran parte dei giocatori italiani sia adesso in grado di giocare senza intoppi.

Quattro persone della nostra redazione stanno attualmente lavorando su Diablo III. La pubblicazione della nostra recensione è imminente. Nel frattempo, guardatevi le foto dell'unboxing della Collector's Edition di Diablo III sulla pagina ufficiale Facebook di Gamemag.


Commenti (157)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: TheMonzOne pubblicato il 15 Maggio 2012, 11:39
Quattro persone della nostra redazione stanno attualmente lavorando su Diablo III.
Commento # 2 di: gondsman pubblicato il 15 Maggio 2012, 11:43
No, ma non includere una modalita' offline e' stato chiaramente fatto per "migliorare l'esperienza di gioco", mi sembra ovvio...
Per me Blizzard puo' fallire domattina.
Commento # 3 di: TheDarkAngel pubblicato il 15 Maggio 2012, 11:47
Speriamo che qualcuno li trascini in tribunale, non se ne può più. Vendono cose non funzionanti e dicono pure di farci un favore, ribrezzo.
Commento # 4 di: gondsman pubblicato il 15 Maggio 2012, 11:49
Comunque vince chiaramente chi ha avuto questo problema: http://us.battle.net/d3/en/forum/topic/5007330920
Praticamente sembra che se si scambia uno scudo equipaggiato con un follower il gioco crasha per se' e per tutti quelli nella partita, corrompendo l'account e non permettendo mai piu' il login (fino ad un rilascio di una patch). Non credo di aver mai visto un errore nel genere nella storia dei videogames...
Commento # 5 di: [?] pubblicato il 15 Maggio 2012, 11:49
Francamente sono deluso (dalla situazione non dal gioco) perchè su un titolo di questo spessore, con tutto il tempo che si son presi DOVEVANO prevedere questa situazione... E' assurdo richiedere la connessione continua anche se si vuole giocare da soli...
Commento # 6 di: Mde79 pubblicato il 15 Maggio 2012, 11:53
Originariamente inviato da: gondsman
No, ma non includere una modalita' offline e' stato chiaramente fatto per "migliorare l'esperienza di gioco", mi sembra ovvio...
Per me Blizzard puo' fallire domattina.


Originariamente inviato da: [?]
Francamente sono deluso (dalla situazione non dal gioco) perchè su un titolo di questo spessore, con tutto il tempo che si son presi DOVEVANO prevedere questa situazione... E' assurdo richiedere la connessione continua anche se si vuole giocare da soli...


Capisco l'amarezza ma se questo servirà a far sparire i cheater è un sacrificio che farò volentieri.
Commento # 7 di: AnonimoVeneziano pubblicato il 15 Maggio 2012, 11:54
Originariamente inviato da: [?]
Francamente sono deluso (dalla situazione non dal gioco) perchè su un titolo di questo spessore, con tutto il tempo che si son presi DOVEVANO prevedere questa situazione... E' assurdo richiedere la connessione continua anche se si vuole giocare da soli...


Anche sapendolo non potevano farci niente.

Hanno un carico tipico da Facebook concentrato in poche ore sui loro server, una cosa che vedranno solo oggi e forse domani e poi mai più nella loro vita (fino al rilascio di warcraft 4 probabilmente) , ovviamente sarebbe stato controproducente per loro costruirsi una server farm apposita come quella di facebook per gestire 24 ore di carico e poi spegnere tutti i server che non gli servivano più.

La scelta di smaltire lentamente tutte le richieste di attivazione è a mio parere , a malincuore, obbligata.
Commento # 8 di: ferragno pubblicato il 15 Maggio 2012, 11:55
io invece o problemi con l'account battlenet uffaaaaaaaaaaaaaa
Commento # 9 di: gondsman pubblicato il 15 Maggio 2012, 11:56
Originariamente inviato da: Mde79
Capisco l'amarezza ma se questo servirà a far sparire i cheater è un sacrificio che farò volentieri.

Guarda, personalmente ho deciso di non comprare piu' giochi blizzard da quando ho letto della casa d'aste, quindi paradossalmente sono contento.
In ogni caso potevano facilmente fare una modalita' offline singleplayer/LAN in cui i pg creati in questa modalita' non potevano accedere al multiplayer, come diablo2. Non credo proprio che i vari problemi di diablo2 venissero dal fatto che si potesse giocare offline.
Commento # 10 di: franksisca pubblicato il 15 Maggio 2012, 11:58
Originariamente inviato da: Mde79
Capisco l'amarezza ma se questo servirà a far sparire i cheater è un sacrificio che farò volentieri.


cheater??? al massimo i cracker che giocano con le versioni craccate...che come per warcraft3 ci saranno ugualmente. questi sistemi danneggiano solo i giocatori onesti.

Purtroppo con il pc che mi ritrovo non posso giocarlo altrimenti, anche con tutti questi problemi, lo comprerei ad occhi chiusi. ma lo giocherò lo stesso andando a subbaffitarmi il letto di un amico che l'ha comprato e sta già giocando
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »